Tu sei qui:Narrativa e saggistica>>Riccardo Zinelli

Riccardo Zinelli
Dimensioni carattere:

Note biografiche

Riccardo Zinelli è nato il 16 luglio 2000 a Montecchio Emilia, vive con la sua famiglia in provincia di Parma e sta per diplomarsi al Liceo delle Scienze Umane. Pensa al suo futuro come scrittore di professione, e ha già ricevuto alcuni importanti riconoscimenti letterari.

Riconoscimenti

Finalista al Premio Letterario Racconti Inediti Mondadori “I Sapori del Giallo” di Langhirano con il racconto IL BIRRAIO DELL’ALPE - settembre 2018

Premio speciale A.L.A. al concorso Il Fascino del Racconto di Livorno con #DIVINACOMMEDIA - settembre 2018

Vincitore del Premio Nazionale Letteratura Italiana Contemporanea, indetto da Laura Capone Editore, con il romanzo Testimone oculare - maggio 2018

Finalista per il premio speciale inediTO Young al concorso inediTO Colline di Torino - salone del libro di Torino, con il romanzo GENERAZIONE X - marzo 2018

Vincitore della sezione narrativa al concorso SAN GIORGIO E IL DRAGO IL LIBRO E LA ROSA di Sezze Romano (LATINA) con il racconto lungo #DIVINA COMMEDIA - marzo 2018

Vincitore sezione narrativa al concorso MEMORIAL MIRIAM SERMONETA di Roma con il racconto GRANO - marzo 2018

Premio unico al merito narrativo del concorso STREET ART - CAFFÈ DELLE ARTI di Roma con il racconto A COME ARTE - marzo 2018

Menzione d’onore al PREMIO INTERNAZIONALE PEGASUS CATTOLICA con il romanzo GENERAZIONE X - marzo 2018

Contratto editoriale al concorso FLOC, L’AMICO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI” indetto dalla GIOVANELLI EDIZIONI di Bologna: pubblicazione del romanzo breve GIALLO A MONTALLORO - dicembre 2017

Quarto posto sezione narrativa al CONCORSO NAZIONALE GIOVANILE “ROBERTO E STEFANO BERTELLI” di Pontedera con il racconto “L’ANGELO PERDUTO” - novembre 2017

Pubblicazioni:

Giallo a Montalloro, Giovanelli Edizioni (febbraio 2018)

Testimone oculare, Laura Capone Editore (giugno 2018)

Racconti vari pubblicati nelle seguenti antologie:

Petalo dopo petalo dove sorride il cuore, Edizioni Stravagario

Street-art, Edizioni per Caffè delle arti

Il fascino del racconto,  A.L.A. edizioni

In viaggio… sui sentieri della nostalgia, Le edizioni del Porticciolo

Questo non è un libro natalizio, A.L.A. edizioni

Attività culturali

Collaboratore della rivista IL PORTICCIOLO da settembre 2018

Curatore dei seguenti progetti in collaborazione con le scuole:

SCUOLA IN GIALLO con Scuola Primaria Jacopo Sanvitale Parma

A TU PER TU CON L’AUTORE (stimoli per leggere, riflettere,

scrivere…) con Scuola Secondaria di primo grado Convitto Nazionale Maria Luigia Parma

COME AUTORI… (i trucchi del mestiere, dal leggere allo scrivere) con Scuola Secondaria di primo grado Istituto Comprensivo Neviano Arduini e

Lesignano Bagni (Parma)

 

Pubblicazioni recenti

Testimone oculare

Laura Capone Editore

Sinossi

“Roberto Polidori aveva la brutta sensazione di essere un estraneo. Lui, padrone di casa, estraneo nella sua villa durante il suo ricevimento. Assurdo.”

Roberto Polidori, raffinato uomo d’affari e collezionista di opere d’arte, viene freddato da un colpo di pistola in casa sua la notte successiva ad un ricevimento in cui ha presentato il suo nuovo pezzo. L’assassino fugge, ma, sfortunatamente per lui, viene visto dal giovane Falco Malaguti alla luce di un lampione. In preda al panico, l’omicida esplode un altro colpo, stavolta verso il testimone oculare. Falco cade in coma, e si risveglierà solo dopo alcuni mesi, senza ricordarsi il volto di chi gli ha sparato. Ma la commissaria Federica Boschi ha bisogno delle sue parole per andare avanti nelle indagini.

Inizia così un'inchiesta personale del ragazzo, dal letto d’ospedale, che lo costringe a fare i conti con il suo passato doloroso: l’ingombrante memoria del padre - poliziotto-eroe caduto in servizio - i dissapori con la madre che rappresenta i suoi rimpianti, i coetanei con cui ha tagliato i ponti, nonché il mondo della polizia, dal quale è stato respinto per un problema metabolico.

Teatro della vicenda il paese di Sillareno, nella cintura della città metropolitana di Bologna, dove le vite di alcuni abitanti raccontano il Polidori, uomo controverso e sfuggente. La moglie Daniela, la figlia Rebecca e la sorella Sabrina, l’amante Serena Fabbri, l’imprenditore Mirco Colombo e un altro collezionista d’arte, Lorenzo Mengoli, formano il coro di situazioni alla base del romanzo.

Mentre i fatti affollano caotici i ragionamenti di Falco, emergono a poco a poco le ombre che accompagnano sia lui sia la vittima; la complessità dei rapporti fra le diverse generazioni, la precarietà dei legami personali e la voluttà del successo, della bella vita, ai giorni nostri. In queste situazioni si dovrà cercare la soluzione al crimine che ha travolto Sillareno.

 

Recensioni

TESTIMONE OCULARE DI Riccardo Zinelli

Recensione di Luigi D. Gandolfo

Ho conosciuto Riccardo alla fiera fiorentina Libro Aperto di quest’anno e ne ho comprato il libro per la curiosità di scoprire quale reale valore avesse un romanzo giallo scritto da un ragazzo selezionato tra i vincitori dell’annuale concorso della LCE. Mi domandavo, in particolare, non tanto di come il giovane Autore avesse gestito la trama (che certamente in un giallo ha la sua importanza, ma che non fa di un libro un buon libro), quanto se la prosa ne risultasse all’altezza, e di conseguenza quali fossero davvero le doti di questo scrittore in erba. Di libri ne ho letti abbastanza da sapere che un romanzo assurge a “opera d’arte” soprattutto in forza della ricchezza del linguaggio, della prosa accattivante, della capacità di emozionare il lettore. Una buona storia può diventare una grande opera letteraria solo se chi scrive ha la capacità di renderla tale.

Il preambolo non serve a preparare chi legge alla celebrazione di un Autore compiuto, che ha raggiunto l’apice della sua capacità creativa letteraria: sarebbe solo dannoso per un giovane che ha evidentemente appena iniziato il proprio cammino di scrittore, e si rischierebbe (anzi, lo si otterrebbe certamente) di togliere credibilità e valore a questa recensione. E invece il piacere con cui ho letto Testimone Oculare e la mia ammirazione per uno studente di liceo in grado di portare a termine in modo coerente e senza sbavature un genere letterario come il romanzo (e per nulla breve) sono veri e genuini.

L’Autore ha gestito il nugolo di personaggi che si muovono nella narrazione con maestria, introducendoli man mano, e caratterizzandoli quanto basta per dar loro una precisa collocazione psicologica, oltre che temporale, nella storia. Anche i personaggi meno importanti non risultano mai anonimi e ciò consente di non dimenticarli, e riconoscerli quando, magari dopo molte pagine, si ripresentano al lettore. La prosa è quella che deve essere, sia per il genere trattato che, mi si consenta dirlo, per l’età, l’esperienza e in ultima analisi, le forze dello scrittore! La scrittura semplice, a volte didascalica e diretta, e l’assenza di un periodare troppo ricco che rischi di risultare artificioso mettono al riparo uno scrittore dell’età di Riccardo Zinelli dall’apparire inadeguato all’opera che intende costruire. Invece si ha la precisa impressione che le forze “letterarie” in suo possesso siano state messe in campo con lucidità e conoscenza precisa dei propri mezzi. Queste affermazioni non vogliono assolutamente significare che il libro appaia interessante financo bello solo quando lo si rapporti alla giovane età dello scrittore, poiché la prosa s’addice perfettamente – come già detto – al racconto e non la si vorrebbe diversa; d’altra parte, l’abilità con cui è stata gestita l’intera opera porta a credere che l’Autore potrà certamente crescere in qualità e complessità lessicale e narrativa. Sarebbe infatti ingiusto non augurarsi o non credere possibile che uno scrittore non ancora maggiorenne non debba o non possa ulteriormente migliorarsi, e che un’opera giovanile come questa finisca per diventare un punto d’arrivo anziché di partenza. Mai, forse, come in questo caso è giusto augurare a Riccardo “ad meliora et majora”, poiché osserviamo chiaramente in quest’opera non solo le qualità che lo caratterizzano, ma anche scorgiamo, evidenti e vividi, quali possano essere i margini della sua futura crescita.

 

Presentazioni e programmazione

Maggio 2018: vincitore premio nazionale “Letteratura Italiana Contemporanea” indetto da Laura Capone Editore, da cui la pubblicazione

16 giugno 2018: presentazione presso il circolo culturale-ricreativo “Punto blu” di Monticelli Terme (PR) con successiva recensione sul mensile locale IL PUNTO

15 luglio 2018: incontro con l’autore durante l’apertura annuale del castello di Pellegrino Parmense (PR)

20 luglio 2018: presentazione presso la biblioteca comunale “Matilde di Canossa” di Neviano Arduini (PR)

1 settembre 2018: presentazione inserita nella rassegna I SAPORI DEL GIALLO Langhirano (PR)

28 - 29 - 30 settembre 2018: partecipazione autore e presentazione opera presso fiera LIBRO APERTO di Firenze

5 ottobre 2018: intervista all’autore della giornalista Susanna Ferrari in onda su Telereggio (rubrica Segnalibro in Buongiorno Reggio)

27 ottobre 2018: incontro con l’autore e presentazione opera presso Castello di Contignaco, Salsomaggiore (PR)

28 ottobre 2018: presentazione inserita nella rassegna INCHIOSTRO D’AUTORE presso la libreria PICCOLI LABIRINTI (PR)

11 novembre 2018: presentazione presso biblioteca comunale di Traversetolo (PR)

EVENTI PROGRAMMATI

gennaio 2019: presentazione presso LIBRERIA FELTRINELLI - LATINA

gennaio 2019: presentazione organizzata da Club del giallo- Sesto Fiorentino (FI)

7 febbraio 2019: presentazione presso LIBRERIA FELTRINELLI PARMA con intervista all’autore del giornalista di Repubblica e scrittore Valerio Varesi

febbraio 2019: presentazione presso sala civica di Taneto di Praticello di Gattatico (RE)

Incontro con l’Autore presso CENTRO SOCIALE GIOVANI SAN LEONARDO (PR)

Progetti e percorsi di lettura e scrittura guidati dell’autore presso le scuole secondarie di primo grado di Neviano Arduini (PR) e Lesignano Bagni (PR), Convitto Nazionale Maria Luigia, Istituto Comprensivo Sanvitale Parma

Inserimento nella biblioteca de IL CLUB DEL GIALLO di Sesto Fiorentino (FI) e presentazione in programmazione

Ulteriori informazioni circa l’opera e l’autore all’indirizzo:

riccardozinelli.wordpress.com