Tu sei qui:Editoriali recenti>>AA.VV. - Alcune poesie dei soci ispirate dal Natale

AA.VV. - Alcune poesie dei soci ispirate dal Natale
Dimensioni carattere:

Nell’augurare BUON NATALE a tutti coloro che ci seguono, proponiamo alcune liriche di nostri soci, che interpretano lo spirito della Festa.

IL NATALE

A Natale tutto il mondo è in festa...
I bambini sono ansiosi di scoprire
quali regali riceveranno sotto l’albero!
Le luci brillano nelle città
e illuminano anche i paesi!
Dal cielo oscurato dalle nuvole
scendono soffici fiocchi di neve,
ci accarezzano il viso e ci regalano
un immenso tappeto bianco.
Nell’aria si respira gioia.
Negli occhi della gente si “legge”
un desiderio di pace.
Pace per il mondo intero:
- Buona Natale a tutti...

Giulia Fantoni – anni 9


PRESEPE

Per accogliere meglio la Festa
del Santo Natale
ho allestito un Presepe nel cuore
so così dove andare
quando devo pregare:
il Bambinello è dentro la stalla
con il tetto a finestrella
c’è San Giuseppe, la Verginella
con il bue e l’asinello a lato
che lo scaldano col fiato.
Siedo al piano ogni tanto
e una dolce nenia Gli canto:
“Dormi dormi, Tesoro
mille Cherubini in coro...”
Una ninna-nanna di Natale
una semplice pastorale
e mi par di udire allora
un dolce tinnir di campane
vicine eppur lontane:
una lieta arcana armonia
che vibra all’unisono con la mia.
Qual gaudio celestiale!

Perché la notte non scenda sul mondo
Signore
fa’ che ogni fratello
abbia un Presepe nel cuore.

Antonietta Sedda

NATALE

Natale del cuore, Natale della mente
nascita di amore, comprensione, accettazione,
povertà, coerente semplicità, interiorità
Compostezza, autenticità, carità.
È un gesto di solidarietà
che riverbera nel cuore di chi non ha .
È la risposta a chi chiede
è la preghiera di chi crede
è la gloria di chi annulla ogni vanità.
È il messaggio di chi sorride
di chi si accende di bontà, di umanità.
È lo sfolgorare di ogni virtù
che induce alla gloria della immortalità.

Marisa Battoglia


A GESÙ BAMBINO

Ninna nanna, ninna nanna
profum di legno
lesto avanza
a coprire la Capanna
nella Notte Santa.
Nell’annuncio in ciel
ai Magi della Stella Cometa,
le tue manine son di seta,
i tuoi piedini, Gesù, di velluto
Maria Vergine sussurra
nella mangiatoia sollevandolo
da una culla di paglia
in cima alle stelle
tra divin suon di ciaramelle.

Ornella Cappuccini


NATALE

Un cielo nuovo si rivela
attraverso nubi che diventano rosse
al canto burrascoso della marea crescente.

Natale lascia un’impronta duratura
sulla via indistinta dei sogni.
Natale traccia un’orma fugace
sulla sabbia inerme del tempo.

Una speranza vera s’affaccia
attraverso profumi che paiono familiari
al tepore discreto del fuoco generoso.

Natale racconta una storia lontana
sulla brezza palpitante dell’innocenza.
Natale intona una melodia silenziosa
sulla follia chiassosa del mondo.

Sara Cordone


È NATALE

Scende...
Nel cuore della gente
Un pensiero gentile
Un sorriso cordiale
Si apre…
Una visione
Di bontà totale
È Natale
Giorno di festa.
Strade colme di neve
Luci colorate
Scaldano il cuore
E sento…
Nel cuore della gente
Un infinito amore.

Anna Giacalone


È NATO IL MESSIA

Un tempo Isaia sì profetò:
“Mandate, o cieli di sopra,
la vostra rugiada,
le nubi piovano il giusto,
si apra la terra
e germini il Salvatore”.

Due vecchi senza figli, Elisabetta
e Zaccaria, il marito sacerdote,
da un angelo divino ricevettero
l’annunzio della nascita di un figlio.
Lo stesso messaggero da una vergine,
sei mesi dopo, andò per annunziarle
la nascita del Figlio dell’Altissimo
di Cui scese lo Spirito su essa.
Rispose alla chiamata la Sua ancella
che visitò più tardi Elisabetta:
nel grembo di colei vi fu un sussulto
del figlio che le nacque, ossia Giovanni;
fu l’ultimo profeta. Intanto il Sole
per sorgere ormai stava sempiterno.
Salì Giuseppe con Maria, sua sposa,
alla città di Davide, Betlemme.
Gesú qui nacque e in una mangiatoia
deposto fu. Un gruppo di pastori,
avvolti dalla Luce del Signore,
sentirono gran gioia ed uno stuolo
di angeli lodava Dio dicendo:
«Agli uomini che ama pace in terra
e Gloria a Dio, dei cieli nel più alto».

Alberto Nessi


IL REGALO FIRMATO

Quest’anno tra i regali di Natale
che ho ricevuto da parenti e amici
ce n’è uno davvero un po’ speciale
di quelli che ti rendono felici.

È un rametto di pigne che ha raccolto
la Mariuccia, un’amica, quest’estate
quando in montagna nel bosco verde e folto
faceva le sue lunghe passeggiate.

L’ha dipinto lei stessa tutto d’oro
e di lustrini verdi l’ha adornato.
Lo tengo come un piccolo tesoro
è unico, fantastico, firmato:

“Vera amicizia ed affetto sincero”.
Inoltre l’ha creato in armonia
con tutto quanto l’Universo intero
il più grande stilista che ci sia.

Pina Paduano


NATALE

Brillano le luci
del solitario abete
sul ponte
illuminando la neve
sulla strada deserta.
Un lampione,
acceso a metà
rischiara l’acqua gelida
del fiume sottostante.
Lontano,
il suono monotono
di un clacson alla fermata:
è un saluto, è un augurio
in questa fredda notte di Natale!

Leda Panzone Natale


SANTO NATALE

Neve scende dal cielo
e tetti ricoperti di bianco,
luci in ogni casa
e allegria nelle famiglie.

Alberi di natale e presepi
or s’illuminano,
regali nascosti al di sotto
e bambini con la frenetica
voglia d’aprirli.

Tutti vanno a dormire
e a mezzanotte
forse un omino scenderà
dal camino per crear suggestione.

O forse non è illusione
basta solo aprir il cuore
per ritrovare la vera emozione.

Roberto Tesauro


25 DICEMBRE

Oggi il cielo
è sceso sulla terra
col Salvatore.

Oliviero Verdinelli